La Storia


(---Tratto da “Festa di Musica- nel 25° anniversario dell’associazione Culturale Musicale Santa Cecilia” a cura di Nico Marino---)

Fino al 1982 la realtà musicale cefaludese ruota attorno a due bande, "Città di Cefalù" e "Vincenzo Bellini", i cui componenti sono in prevalenza giovani che, al di là dell'appartenenza ad una o all'altra, formano prima di tutto un gruppo di amici. Essi, animati dal desiderio di essere un unico corpo bandistico, colgono I'occasione dei Mondiali di calcio del 1982 facendosi una promessa: se l'Italia avesse vinto sarebbero scesi piazza a festeggiare suonando "insieme". Sembra strano a dirsi ma la "S. Cecilia" nasce proprio dal "gioco" e dalla passione che accomuna un gruppo di ragazzi: la musica.
Quella sera all'appuntamento (davanti al bar Duomo) ci sono quasi tutti i componenti delle due bande ed i ragazzi, con i loro strumenti, girano per le vie dei paese intonando marce militari e l'inno nazionale.
Dopo questo incontro tutto sembra tornare alla normalità, ma il 2 agosto, poco più di 20 giorni dopo, uno dei bandisti promotori dell'iniziativa di quella serata, viene invitato dal Presidente del Comitato dei Festeggiamenti del SS. Salvatore il quale, cogliendo l'entusiasmo di questa nuova realtà, gli propone di suonare per la festa. Il gruppo accetta ben lieto la proposta dando anche, in quella occasione, il nome alla nuova banda che si chiamerà "S. Cecilia" dal nome della giovane Santa Martire amante della Musica e, nella tradizione, sua protettrice.
Guidata dal M° Salvatore Cirincione, la neo banda riscuote un buon consenso popolare suonando costantemente nella nostra città: feste di campagna, parate militari e manifestazioni natalizie.
Consapevoli delle proprie potenzialità come persone prima e come musicisti poi - sostenuti positivamente ed attivamente da alcuni componenti di gruppi ed associazioni locali, nonché da gente comune amante della musica- il 5 gennaio 1983 la "S. Cecilia" si costituisce ufficialmente come Associazione Culturale Musicale.
L'Associazione si propone così, come registrato nell'atto costitutivo (ancora oggi in vigore) di:
- promuovere la formazione dei cittadini attraverso la migliore utilizzazione del tempo libero;
- sensibilizzare la popolazione all'ascolto della musica;
- dare a tutti la possibilità di partecipare a manifestazioni organizzate;
- dare ai giovani la possibilità di poter seguire, imparare e trasmettere la musica.

A pochi mesi dalla costituzione il M° Cirincione per motivi personali è costretto ad abbandonare la direzione della banda che viene affidata al M° Mariano Olivieri.
Composta da circa 45 elementi (alcuni dei quali studenti diplomati al Conservatorio di Palermo) la Banda riesce a far parlare di sé con apprezzamenti positivi da parte della cittadinanza.
La "S. Cecilia", espressione di impegno e qualità, è capace di eseguire programmi di intrattenimento che riempiono le estati cefaludesi. Non mancano, durante il resto dell'anno, le occasioni per esibirsi: raduni bandistici, inaugurazioni ed eventi sportivi.
Nell'estate del 1985 la "S. Cecilia" partecipa, come ospite, alla trasmissione televisiva di Telecolor, intitolata "Ficodindia Sciò". Le 15 puntate dell'emittente catanese sono condotte da "I Cavernicoli' che cantano la sigla di apertura, "Vieni in Sicilia", accompagnati da tutto il corpo bandistico della "S. Cecilia". Per questa sigla, ideata per I'occasione, è stato prodotto un video girato tra i luoghi più suggestivi della nostra città.
Nel 1986 la "S. Cecilia" va di nuovo "in onda" invitata presso lo studio televisivo TRM di Palermo dove si presenta con una breve esibizione, facendosi conoscere ancora una volta per le sue qualità, quelle stesse profuse nelle innumerevoli esibizioni proposte in altrettante città.
Dalle Madonie ai Nebrodi, infatti, sono stati tanti i paesi che hanno avuto la possibilità di godere della musica della nostra Banda che, in occasione di feste e manifestazioni varie, si è sempre espressa al meglio con concerti sinfonico-lirici.
Tra i tanti progetti avviati dalla Banda, quello di diffondere la cultura musicale tra i più piccoli è da sempre stato un obiettivo prioritario: giovanissimi allievi, seguiti dal capobanda e dal maestro, venivano istruiti, motivati alla musica ed aiutati a trovare per ciascuno "lo strumento adatto" secondo le proprie doti personali e capacità espressive.
Nel 1987 all'organico della Banda si unisce un altro gruppo di musicisti e nello stesso anno è eletto un nuovo Consiglio Direttivo che dà una nuova impronta alla vita dell'Associazione: i tempi sono maturi per puntare sempre più in alto sia dal punto di vista musicale che associativo.
L'aria che si respira è frizzante,le idee sono tante, l'obiettivo è quello di fare della "S. Cecilia" un punto di riferimento soprattutto per i più giovani. Ci si vede, ci si confronta, si discute anche animatamente, ma tutti con la stessa voglia di fare: nasce così l’ idea dr organizzare a Cefalù un Carnevale diverso. Nella nostra città si era persa la vera tradizione dei Carnevale, si pensa così alla messa in opera di carri allegorici e all'organizzazione di una sfilata per le strade con i nostri bandisti e soci in costume. Con grande entusiasmo si realizzano i costumi, si allestiscono i carri e, tutti in maschera, si dà una scossa al noioso Carnevale cefaludese.
È il 1988 e da allora fino al 2004 è la "S. Cecilia" ad organizzare il Carnevale a Cefalù.
Si pensa allora di allestire uno spettacolo di varietà in cui ognuno possa esprimere le proprie capacità non solo musicali. Il 27 novembre 1988, in occasione dei festeggiamenti di S. Cecilia, va in scena il primo "show artistico-musicale" in cui i bandisti si esibiscono anche come attori, cantanti, ballerini, scenografi. Da allora, ogni anno, i mesi di ottobre e novembre vedono i giovani dell'Associazione impegnati a districarsi tra le prove con la banda e la messa in scena dello spettacolo che, da qualche tempo, è interamente curato da loro.

Fondamentale nella vita dell'Associazione, oggi come allora, è stata I'attività della Banda.
Nel novembre del 1988, il M" Olivieri lascia la direzione della Banda. Viene, allora, bandito un concorso interno tra i diplomati al Conservatorio. Una commissione, formata dai maestri Loreto Perrini, Antonino Ortolano,Livio D'Angelo e Giuseppe Ilardo, decide di affidare la direzione musicale della banda all'allora ventunenne M° Giuseppe Testa.
Anche il nuovo maestro punta in alto: il suo obiettivo è subito quello di fare della "S. Cecilia" una grande Banda e di farla conoscere al di fuori dei confini della Provincia.
Con i suoi collaboratori, il Maestro, cura meticolosamente la preparazione degli allievi, che sempre più numerosi frequentano la nostra sede. Il primo grande passo è il completamento dell'organico; quindi il rinnovo del repertorio, che diventa interessante anche per il pubblico giovane.
Venti anni fa la banda godeva spesso di scarsa considerazione soprattutto nel mondo accademico e questo perché non era adeguatamente valorizzata da chi la dirigeva.
Il M° Testa, allora studente di composizione, cresciuto musicalmente nell'ambiente della banda, ha un'alta considerazione del suo ruolo e soprattutto delle potenzialità del gruppo che dirige. Con caparbietà
e con qualche difficoltà iniziale, causata dall'inevitabile scontro di idee con i bandisti più anziani, riesce nel suo intento e, l'8 dicembre 1988 a Lascari (PA), dirige per la prima volta in pubblico la Banda e, con l'esecuzione della "Danza delle ore", dalla Gioconda di Amilcare Ponchielli, la "S. Cecilia" riscuote un clamoroso successo.
Da allora la banda viene sempre più frequentemente invitata a partecipare a raduni e rassegne in zona e presto anche in tutta la Sicilia. Si presenta come una banda giovane, piena di entusiasmo e impeccabile
nell'uniforme e nelle sfilate, cosi come nelle esecuzioni per le strade e nei concerti.
La "Santa Cecilia" colpisce anche per i colori della divisa (camicia aragosta o verde) e per la nutrita presenza ragazze, che sono state sempre molto numerose.
I risultati ottenuti convincono il Maestro che è il momento di confrontarsi seriamente con le altre bande: non si sbaglia perché quando per la prima volta la "S. Cecilia" partecipa ad un concorso bandistico, nel 1990 a Cinisi (PA), vince il 1' Premio assoluto e sbalordisce tutti.
È questo il primo di una serie di successi!
L'anno successivo (1991), infatti, la Banda vince nuovamente il 1°Premio assoluto a Cinisi (PA);
nel 1995 a Lamezia Terme (Cz) conquista il 1°Premio "A.M.A. Calabria";
nel 1996 a Scicli (RG) vince il 1° premio nella sua categoria e, ancora più prestigioso, il 1° premio assoluto “Federico Borrometi" per la migliore interpretazione del brano d'obbligo;
nel 1998 al concorso nazionale "Il Borro" di Loro Ciuffenna (AR) guadagna il 3° premio assoluto;
nel 2001 ad Altavilla Milicia (PA) conquista il 1° premio con la seguente motivazione: ottima intonazione, spiccato senso del ritmo, particolare cura degli effetti dinamici, assoluta compostezza nel modo di sfilare,
originalità dei colori della divisa; nel 2002 a Cittanova (RC) vince il 2°Premio al Concorso nazionale "Suoni d'Aspromonte", concorso in cui vince il 1° Premio, per la direzione, il nostro Maestro Giuseppe Testa.

L'esperienza dei concorsi è gratificante e stimolante così come la voglia, che si fa sempre più forte di viaggiare e conoscere realtà musicali e culturali diverse.
Con entusiasmo, nel 1992, si organizza il primo di una serie di gemellaggi con bande residenti "oltre lo stretto": si parte per Fornovo di Taro (Parma) dove si vive un'importante esperienza musicale, culturale e associativa.
Esperienza che si ripete e si concretizza nei gemellaggi con la Filarmonica"La Tramontana" di San Giustino Valdarno (Arezzo) nel 1993; il Complesso Bandistico "Ettore Zuffardi" di Macerata, nel 1994; la "S. Helena Band" di Birkirkara (Malta) nel 1995; il Complesso bandistico "Città di Polverigi" (Ancona) nel 1996, l'Associazione "Amici della Musica" di Cupello (Chieti), nel 2000; il Complesso bandistico "A. Catalani" di Poggio Garfagnana (Lucca), nel 2001; il corpo bandistico di Camerano (Ancona), nel 2002; il complesso bandistico "Città di Esperia" (Frosinone), nel 2003; il complesso bandistico di Costano Bastia Umbra (PG), nel 2004 ; il complesso bandistico "Città di Pianello Vallesina" (Ancona), nel 2005.

Nel frattempo, sul piano più strettamente culturale ed educativo, il lavoro della "S. Cecilia" non si è fermato. Negli anni '90 e '91 I'Associazione organizza alcune manifestazioni di grande spessore, coinvolgendo per I'occasione altre associazioni e, principalmente, il mondo accademico e scientifico. Ci fa piacere ricordare quelle che riteniamo più importanti:"Per la vita contro la droga", in cui si affronta il delicato tema della tossicodipendenza con una conferenza tenuta da P. Salvatore Lo Bue e dal Prof. Caiozzo e "La musico-terapia e i portatori di handicap", relatore Mons. Prof. Pierangelo Sequeri.

Ogni anno, inoltre, a dicembre, I'Associazione riprende la tradizione, tutta cefaludese, del corteo della
“Vecchia Strina" (i costumi della "Vecchia Strina" e di "Maccavaddu" sono stati disegnati realizzati dalla Prof. Tilde Coco), che l'ultimo dell'anno scende dalla Rocca, dove risiede, per portare dolci, caramelle o carbone ai bambini.

Per tanti anni alla "S. Cecilia" è stata affidata anche l’organizzazione della “Sagra del pesce azzurro” e nel 2003 quella della “Festa del mare”.

In realtà, sono tante le date che meritano di essere richiamate alla memoria, ne ricorderemo alcune:

1992
20 novembre
la "S. Cecilia" è stata forse la prima Banda ad avere avuto il privilegio di suonare nel Duomo di Cefalù, una serata memorabile per I'atmosfera che si era venuta a creare e per la bravura dei solisti della Banda in concerto;

1993
2 ottobre:
in occasione del conferimento della cittadinanza onoraria allo scrittore Vincenzo Consolo è stata eseguita una composizione del Mo Testa dal titolo "Al chiaror di una lanterna", trasposizione scenica tratta dal romanzo di Consolo "Nottetempo casa per casa";

1996
1 maggio:
la Banda suona ad Isnello (PA) accompagnando il coro di voci bianche del Conservatorio di Palermo diretto dal M° Antonio Sottile;

1997
11 maggio:
è stata organizzata una manifestazione di riconoscimento per la professoressa Maria Rosaria Adamo,concittadina insignita del "Premio Bellini d'oro 1996";

1998
26 dicembre:
la Banda suona al Teatro Biondo di Palermo;

1999
settembre:
durante questo mese abbiamo voluto realizzare un progetto per ricordare il 30° anniversario della morte del M. Vincenzo Maria Pintorno illustre concittadino, maestro di coro alla Scala di Milano. Il progetto si è articolato proponendo una conferenza, un concerto e l'assegnazione di una borsa di studio.
In autunno all’interno dell’associazione è avvenuta una scissione: circa metà dei bandisti si è allontanato per formare un’altra banda.
“È stato quello un periodo difficile ma allo stesso tempo molto importante perché, malgrado le avversità, ci ha resi ancora più forti e coesi. Eravamo dimezzati nell'organico ma non nell'entusiasmo e nell'amore per la nostra Associazione che abbiamo difeso e continuiamo a difendere con forza. La "S. Cecilia" è parte di noi che I'abbiamo vista nascere, crescere e diventare quella che è: un'Associazione che nel tempo ha saputo fondere amore per la cultura, musicale e non, con valori sani come quelli dell'amicizia” (cit. da “Festa di musica” di Nico Marino)

2000
11 agosto:
si esibisce per la prima volta il "Brass Group S. Cecilia", formazione di soli ottoni e percussioni, sorta in seno all' Associazione;
2000
dicembre:
la Banda accompagna I'attrice Lucia Chirico in una serie di spettacoli organizzati dall'Ente Parco delle Madonie;

2002
8 dicembre:
si esibisce per la prima volta l' "Orchestra S. Cecilia" da poco costituita, insieme al coro dell'Associazione Siciliana Musica per I'Uomo di Cefalù, diretta dal M° Livio D'Angelo;

2003
21 novembre:
a conclusione di un progetto riguardante il recupero e la divulgazione del patrimonio musicale delle Madonie sono state eseguite in concerto delle composizioni di autori madoniti viventi e non;

2004
in autunno:
sono stati organizzati in collaborazione con il Conservatorio di Palermo, una serie di concerti di musica da camera, nei locali del Circolo Unione di Cefalù;

2005
2 giugno:
in occasione della festa della Repubblica, in concerto, la nostra Banda ha eseguito l'inno della Regione Sicilia dal titolo "Madreterra" del M° Vincenzo Spampinato, trascritto per banda dal nostro maestro.

Negli ultimi anni, inoltre, abbiamo più volte, con soddisfazione, collaborato con I'A.N.B.I.M.A. (Associazione Nazionale Bande Italiane Musicali Autonome ) nella realizzazione di diversi stage per la formazione di maestri direttori di banda. In particolare vogliamo ricordare lo stage con il M° Marco Somadossi, nel 2004, quello con il M. Fulvio Creux, nel 200, quello con il M. Antonio Barbagallo, nel 2006. Altro stage nel 2007 con il M° Testa e il M° Gulli. E ancora nel 2008 con il M° Patrizio Esposito.

L'Associazione, che ha partecipato al lungometraggio "Canto di maggio" del M. Antonio Sottile, ha preso anche parte a diverse trasmissioni televisive della RAI, della Fininvest e di varie emittenti locali, vogliamo ricordare La giostra del Saraceno, La domenica del villaggio, Telethon, La vita in diretta, Trenta ore per la vita.

Nel corso degli anni la Banda ha anche partecipato all'incisione di cinque CD, prodotti da diverse case discografiche per la divulgazione del repertorio bandistico.

 

Fin qui la storia della “Santa Cecilia” ricostruita con affetto e stima dal compianto Nico Marino in occasione del 25° Anniversario dalla costituzione dell’Associazione stessa. Di quell’anno particolare ricordiamo i momenti più significativi che hanno visto protagonisti tutti i componenti dell’associazione in vari eventi
2007
8 marzo
per la prima volta si esibisce l'ensemble "Tutte donne ...tranne lui", una formazione di sole donne dirette dal M° Giuseppe Testa.
22 e 23 aprile
Sagra dell’arancia a Scillato (PA).
2 agosto
Raduno bandistico con bande di Castelbuono (PA) e San Filippo del Mela (ME)
Novembre
Mostra del materiale storico dell’archivio dell’associazione presso l’ottagono di Santa Caterina a Cefalù.
15 dicembre
Presentazione del libro di Nico Marino “Festa di musica”.

Dopo 25 anni di fatiche, musiche e successi l’associazione non ha perso entusiasmo e mai è venuta meno la voglia di suonare insieme ed ecco alcuni dei progetti realizzati negli anni successivi:

2008
Ottobre
Concerto in ricordo del M° Vincenzo Curreri.
Dicembre
Partecipazione al programma di manifestazioni natalizie organizzate dalla Provincia di Palermo.

2009
Settembre
Scambio culturale con la banda “San’Elena” di Birkirkara (Malta).
Dicembre
I premio “Maria Elisa Di Fatta” in collaborazione con l’Associazione Siciliana Musica per l’Uomo.

2010

Marzo
I Sagra del cavolfiore a Sciara (PA).
Aprile
16° Sagra dell’arancia a Scillato (PA).
Giugno
Registrazione di un brano scritto dal M° Giuseppe Testa in seguito inserito nel suo lavoro discografico “Note di banda”.
Luglio
Gemellaggio con la banda di Chiaravalle (AN).
Novembre
Concerto presso il teatro comunale “Salvatore Cicero” di Cefalù con ospite il M° Giovanni Giuliano.
Dicembre
II premio “Maria Elisa Di Fatta” in collaborazione con l’Associazione Siciliana Musica per l’Uomo.

2011

Febbraio
Partecipazione alla sfilata di carnevale organizzata dall’Istituto Artigianelli.
Luglio
Manifestazione per festeggiare i 150 anni dell’unità d’Italia.
Raduno bandistico delle bande cefaludesi per festeggiare i 50 anni della parrocchia San Francesco di Cefalù.
Agosto
I Sagra delle cozze.
Dicembre
III premio “Maria Elisa Di Fatta” in collaborazione con l’Associazione Siciliana Musica per l’Uomo.

2012

Aprile
“Festival Interregionale di Bande Musicali” San Vito Lo Capo 28-29 aprile 2012 l'Associazione Culturale Musicale "S. Cecilia" ha conseguito due primi posti
1° classificato come “Miglior Banda da Parata”
1° classificato “Miglior Esibizione su Palco” (concerto)
Maggio
19° CONCORSO NAZIONALE BANDISTICO A.M.A. CALABRIA - Lamezia Terme 19 maggio 2012
Associazione Culturale Musicale "S. Cecilia"
1° classificato nella 2a Categoria
Giugno
16 e 17 Convegno "Cefalù musicAbile, 7 note per armonizzare la disabilità"
Luglio
IV premio Maria Elisa Di Fatta
L'albero della libertà: opera da camera
Agosto
II Sagra delle cozze
Settembre
Partecipazione al progetto di alcune associazione musicali delle Madonie che ha dato vita all"Orchestra di Fiati delle Madonie"
Sagra del pesce azzurro                                                                                              

Novembre

22 inizio dei festeggiamenti per il trentennale dell'associazione (1983-2013): concerto presso la Chiesa Santa Maria della Catena di Cefalù                

25 sfilata per le vie della città in onore di Santa Cecilia e pranzo sociale 

Dicembre

9 show artistico musicale a cura dei ragazzi della Santa Cecilia

16 concerto dell'ensemble "Tutte donne... tranne lui" presso la chiesa di Santo Stefano a Cefalù              

dal 19 al 24 tradizionale "ninnaredda per le vie di Cefalù                                                                        

31 tradizionale sfilata della Vecchiastrina


2013

Gennaio

5 gennaio concerto a chiusura dei festeggiamenti per il trentennale dell'associazione presso la chiesa di Santo Stefano a Cefalù

Febbraio

Carnevale a Lascari (Pa)

Marzo

8 Concerto dell’ensemble “Tutte donne…tranne lui”  - Chiesa mdre di Lascari (Pa)

9 Concerto dell’ensemble “Tutte donne…tranne lui” - la Chiesa di San Nicola di Bari Cefalù

16 e 17 Raccolta fondi pasquaLI Ail

Aprile

20 Earth Day: Concerto “Nostra Madre Terra preso Chiesa Santo Stefano Cefalù

Giugno

10 Orchestra dei fiati delle Madonie: Concerto in onore di Sant’Antonio da Padova – p.zza San Francesco Cefalù

Luglio

26 Concerto “LiberiAmo la musica” – Atrio vescovile Cefalù

27 Premio Maria Elisa Di Fatta

Agosto

26 Concerto “ Note sotto le stelle” - Arena Dafne Cefalù

27 Concerto “ Note sotto le stelle” – Isnello

Settembre

29 Sagra del pesce azzurro

Novembre

23 Festeggiamenti in onore di Santa Cecilia

Dicembre

17-24 tradizionale Ninnaredda  per le vie della città

20 Concerto dell’ensemble “Tutte donne…tranne lui”  - Chiesa san Nicola di Bari Cefalù

30 Concerto “Suoni di Natale” Parrocchia Spirito Santo Cefalù

31 dicembre Tradizionale sfilata della Vecchiastrina XXII edizione

 

2014

Gennaio

4 Concerto di Buon anno – Chiesa Santo Stefano Cefalù

Marzo

8 Concerto dell’ensemble “Tutte donne…tranne lui” – Chiesa Spirito santo Cefalù

Aprile

13 Momento di preghiera sulla passione di Nostro Signore - Chiesa Madre Sant’Ambrogio (Pa)

14 Momento di preghiera sulla passione di Nostro Signore – Chiesa Spirito Santo Cefalù

15 Eartd day 2.0 Concerto dell’ensemble “Tutte donne…tranne lui” Teatro Artigianelli Cefalù

Maggio

13 Poesie e Canti Popolari – Piazza Duomo Cefalù

Giugno

23 Cavea’s Friends Festival: Concerto “Note tra le pellicole” Spazio San Calogero Cefalù

Luglio

6 Grest - Parrocchia Spirito Santo Cefalù

26 e 27 Festa del mare II edizione

Agosto

2 Concerto “Note al chiaro di luna” Atrio vescovile Cefalù

3 VI Premio Maria Elisa Di Fatta

Dicembre

7 e 8 Raccolta fondi natalizi Ail

Dal 16 al 24 tradizionale Ninnaredda  per le vie della città

Dal 28 al 30 “La Vecchiastrina racconta” – via Umberto I Cefalù

23 “Du…etti di musica” Teatro Cicero Cefalù

27 Recital “Per loro nobn c’era posto” Parrocchia Spirtito Santo Cefalù

9 “Trio Santa Cecilia” in concerto Teatro Cicero Cefalù

31 dicembre Tradizionale sfilata della Vecchiastrina XXIII  edizione

 

2015

Gennaio

2 “Ricami musicali” -  Teatro Cicero Cefalù

Marzo

21 e 22 Raccolta fondi pasquali Ail

Aprile

19 Earth Day 3.0 collaborazione con Vanni 36 al concerto “Swing italiano” – Teatro Cicero Cefalù

26 Gita sociale a Montalbano Elicona

Maggio

30  Concerto “Dal gioco alla musica” – Parrocchia Spirito Santo Cefalù

Giugno

5 IV Regata dei borghi più belli d’Italia

23 Cavea’s Friends Festival: Concerto “Note tra le pellicole” Spazio San Calogero Cefalù

Luglio

1 Collaborazione con Northwest Girlchoir al Concerto “Amore” – Atrio vescovile Cefalù

5 Grest 2015 - Parrocchia Spirito Santo Cefalù